17. La fortuna gira

Eccomi in auto per una nuova giornata di lavoro. Sono determinata e so di avere tante scartoffie da impilare ed evadere in ufficio. Prima di raggiungerlo devo fare un giro più lungo del solito. Eccomi svoltare per Via delle Begonie e ritrovarmi dietro una grossa auto che va a 20 orarie. Ho in mente Lipton ice tea: “FENOMENALE”. Faccio in tempo a notare le sue rosse luci dei freni a forma di C specchiata, che lei fugge via.

Passo accanto a Cortile dei Rastrelli e ivi do la precedenza a un’auto alla mia destra che ha disegnato sul cofano un ferro di cavallo (C). Sarà una giornata fortunata? Sono disposta a Crederci e continuo ad osservare. Un’auto mette la freccia che si presenta intermittente con questa forma “<” , seguo la direzione. Su questa strada costeggio una tabaccheria nella quale si può tentare la fortuna. Voglio provare. Col pensiero di cercare un parcheggio, un’auto esce da un piazzale strapieno di mezzi, mi immetto in quella direzione. Parcheggio e difronte a me un numero civico 163. Nello stesso istante un furgone della TET, (total esempio testuale), mi fa riflettere: – La doppia T rappresenta un numero decimale e indica persino la posizione delle cifre. Gli estremi 1 e 3, 13 mentre 6 al momento non ha un posto. Lascio stare.

Vado incontro al mio destino predeterminato ed entro nella tabaccheria che è anche una pizzeria e lottomatica. Sono in fila per fare la mia giocata fortunata. Una signora davanti a me deve effettuare una ricarica, eppure non ricorda il suo numero e asserisce che non se la sente di fare ancora la benefattrice per altra gente, regalando ricariche. Ride; si volta e mi sorride benevola. Il commesso ascolta e digita il numero mentre domanda “Che dovrei fare signora? Io la faccio ma se poi sbaglia? I soldi li perde lei, non io”.

Penso che magari non dovrei fare nessuna giocata. Gioco comunque i miei numeri e mi dirigo al lavoro. Nonostante tutto sono arrivata in anticipo. Parcheggio nel mio solito posto e l’occhio cade su un numero civico che non avevo mai notato prima 13E in cui la E si trova sul 13 come una potenza. Adoro la simbologia, mi diverto a pensare che 163, di cui 13 era il numero fortunato un momento prima, non è solo un numero ma un 13 elevato a 6. Chissà che vorrà dire.

Pubblicità

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...