Atlantide – Il mondo perduto

Dopo giorni rinchiusa in casa sono fuori. Devo fare la spesa. Il deserto della città fa paura. In ogni strada c’è un posto di blocco di vigili urbani, si vede che c’è ancora gente che non ha capito la gravità della situazione, non c’è voglia di spiegarglielo ognuno va per la sua strada senza soffermarsi.

Ecco il panificio che dall’esterno sembra uno di quei bar americani con la vetrata che lascia vedere all’interno e le tapparelle da ufficio dell’fbi, quelle sottili per intenderci, che coprono per metà la vista dall’alto. Le disposizioni ministeriali campeggiano in bella vista: uno alla volta, 1 m e mezzo, guanti, mascherina. Questa è la routine.

Ho fatto presto, la banconista mi conosce, sa cosa prendo. Sono di nuovo fuori con gli sguardi dei passanti senza protezione che ricercano qualche cosa da me che non vedono perchè la mascherina glielo impedisce. Forse vogliono che gli spieghi che me ne faccio o sono solo intenti a pensare dove acquistarne una dozzina.

Ci ho provato anch’io non se ne trovano più, come anche il disinfettante per le mani. Ho un’amuchina gel dal 2015, mai usata con scadenza proprio in questo mese marzo 2020 ed è proprio ora che mi serve, (coincidenza?), in giro si trovano solo igienizzanti che non sono disinfettanti.

Non siamo Stato noi, alla prima occasione non rappresentiamo nessuno. Le persone qui sono nervose, si rendono conto che i loro diritti vengono calpestati. Ci hanno chiusi in questa grande bolla dove nessuno entra o esce ma di darci lo stretto necessario per difenderci neanche a parlarne. Ho visto persone mettersi gli assorbenti in faccia come in Orange is the new black e andare furtive per le strade, probabilmente per la vergogna di portare quei cosi. Ma siamo matti!?

Se vogliamo che l’epidemia non ci prenda tutti, il Governo deve garantire i DPI efficaci alla situazione per tutti.

Qui la gente ha paura e non siamo ancora in zona rossa. Un colpo di testa capitolerebbe tutti i buoni propositi edificati.

Pubblicità

4 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...