Dove alberga la Volontà?

La volontà?
Si trova nell’addome. Si scalda quando la usi e ti riempie di tepore proprio lì dove sta.

Quando hai una scelta da prendere e la mente e i pensieri ti vogliono su una traiettoria, una parte di te sente che la direzione giusta è un’altra. E per percorrerla non serve uno sforzo immane di convincimento mentale…

(Più starai alla larga dai tuoi pensieri e più seren* vivrai).

…No, serve che tu ti metta in ascolto di quella zona addominale, la strada la conosci già e sai dove andare ma devi mettere in moto, e la volontà è l’accensione.

Fai dieta, e sei tentat* di gustarti un gelato in queste giornate calde di sole. Cedi all’invito, lo fai una volta e subito dopo pensi che non avresti dovuto. Quel giorno, come la manifestazione del tuo senso di colpa, incontri solo persone grasse. A fine giornata ti riprometti di non ricascarci.

Il giorno dopo vieni colta dallo stesso invito del giorno prima e tu dici “No” pensando che basti a placare il desiderio ma ti rimane una eco di pensieri che ti suggeriscono “È l’ultima volta, poi basta!”
Non cedi e finisce il giorno.

Passa qualche giorno e sei ad una festa, alla prima di tante per quel mese. C’è un gran bel buffet e… “che fai non mangi niente!?” ti limiti a spizzicare ma poi lo zucchero chiama altro zucchero e vieni presa dalla frenesia di cibarti come mai prima, sperando che il giorno non finisca e tu possa ingurgitare ancora quella delizia.

A fine giornata hai mal di stomaco e ti odi per aver ceduto così schifosamente.

Cominci a riflettere sul perché è accaduto ciò e ti fai convint* che non hai ancora affrontato faccia a faccia il tuo Demone Gola e l’ultima volta che hai preso una decisione dicendogli NO, lo hai fatto di testa e non di pancia infatti continuavi a sentire che non si era placato.

Quando scopri e sperimenti che hai due zone nel corpo che possono tirarti fuori da ogni difficoltà, ti si aprono agli occhi infiniti utilizzi e possibilità.

Le zone in questione si trovano:
una appena sotto lo sterno, il Diaframma, che sostiene la schiena negli sforzi, o permetterti di dare maggiore stabilità e intensità alla voce.
L’altra zona è l’addome. Se per noi il diaframma è più facile contrarlo, essendo un muscolo, per spostare oggetti pesanti o cantare o parlare a una platea senza un microfono e senza gridare, sarà mediamente complesso rivelare a noi stessi la presenza di “qualcosa” di non ancora ben definito che sta nell’addome e che, ogni qual volta vuoi raggiungere un determinato obiettivo importante, per te si attiva.

È normale, dato che nessuno ce lo ha mai detto crediamo che la volontà sia un’insieme di sinapsi che “fanno quello che fanno” e noi prendiamo una decisione piuttosto che un’altra. Sì, se vuoi continuare a non essere consapevole di te stess* puoi finire qui la lettura di questo post.

Se vuoi invece scoprire che sei molto di più continua da qui.

La volontà risiede nell’addome ma non so com’è fatta e cosa sia di preciso, l’ho sperimentata e te ne parlo.

Si attiva quando ti serve e se la sai “ascoltare” la puoi anche attivare tu.
Si manifesta sotto forma di un leggero calore che vibra lievemente, proprio sotto l’ombelico, e poi sempre più velocemente mano mano che, basandoti su di essa, contrasti la mente che ti suggerisce altro.

Sperimenta quel calore ti servirà a riconoscerlo ogni volta che ti sarà utile per avere la volontà di prendere le decisioni importanti per te.

🌈❤️

*La formica non sa di non poter sollevare un oggetto più grande di lei, ma ha volontà per farlo.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...